Rottura della protesi e dispersione de gel

La rottura della protesi è un rischio della mastoplastica additiva. Se dovesse succedere che l’involucro di una protesi mammaria in silicone dovesse rompersi, il rischio che il gel di silicone (pur in quantità molto ridotte) possa diffondersi in altre zone corpo è ritenuto molto ridotto perché il gel è altamente coesivo e l’insieme è contenuto all’interno della capsula fibrosa che circonda la protesi. Con il miglioramento produttivo le moderne protesi seno si sono notevolmente sviluppate e la complicanza della diffusione del silicone in altre zone del corpo è diminuita. La ricerca attuale non indica alcun effetto avverso certo derivante da questo gel di silicone”libero”, eccetto la presenza di alcuni linfonodi locali ingranditi.  Continua a leggere

Si sgonfiano le protesi seno saline

Nelle protesi mammarie riempite con soluzione salina può verificarsi che le stesse si sgonfino immediatamente dopo l’intervento oppure lentamente nell’arco di un certo periodo di tempo. Quando le protesi saline si sgonfiano si evidenziata da una progressiva diminuzione delle dimensioni della mammella e/o una modificazione / perdita di forma del seno.  Continua a leggere

Contrattura capsulare della protesi

La formazione capsulare attorno alla protesi è una normale fisiologica reazione del corpo attorno a un elemento estraneo. Con il posizionamento della protesi mammaria può succedere che si forma una capsula troppo vigorosa e si contrae dopo la sua formazione. In seguito a ciò si verifica un indurimento della capsula connettivale intorno alla protesi impiantata che tende a causare dolore al seno.

Questa evenienza, chiamata contrattura capsulare, rappresenta la complicanza più comune connessa agli interventi di mastoplastica additiva. Può provocare un indurimento mammario,dolore,aumentata sensibilità al tatto, formazione di pieghe o distorsione della forma del seno oppure movimento o spostamento della protesi. Continua a leggere

Diffusione del silicone dopo la mastoplastica additiva

Minuscole quantità di silicone possono diffondersi attraverso l’involucro delle protesi riempite di gel. Tuttavia le evoluzioni compiute dalla tecnologia delle protesi e dal disegno dell’involucro protesico realizzato come un rivestimento barriera, hanno permesso di ridurre drasticamente la diffusione del gel. In caso di fuoriuscita di gel dall’ involucro della protesi, si riscontra formazione di viscosità attorno alle protesi che viene tuttavia contenuta dal tessuto connettivo che il corpo forma attorno al materiale estraneo e previene la diffusione del gel nei tessuti circostanti. Continua a leggere

Infezione nella mastoplastica additiva

In tutti gli interventi chirurgici è possibile che si verifichi infezione.Se sviluppate un’infezione dovrete rivolgersi al vostro chirurgo il prima possibile e potrebbe essere necessario che dobbiate sottoporvi ad un ulteriore intervento chirurgico per rimuovere la protesi al seno o l’espansore tissutale sino alla scomparsa dell’ infezione e successivamente sostituire la protesi. Sebbene la maggior parte delle infezioni possono provocare gravi problemi e comportare un aumento di cicatrizzazione. In un piccolo numero di casi queste infezioni possono ripresentarsi.

Continua a leggere

Cambiamento della sensibilità del capezzolo

L’intervento chirurgico di mastoplastica additiva può – in casi eccezionalmente rari – determinare dei mutamenti nella sensibilità del capezzolo o del seno. Seno e capezzolo possono diventare dolorosamente sensibili o perdere completamente la sensibilità. Nella maggior parte dei casi questi cambiamenti della sensazione del capezzolo possono essere temporanei ma in 1 donna su 7 possono essere permanenti. Dovrete parlare di questa possibilità con il vostro medico.

Continua a leggere

Fa male la mastoplastica additiva?

Come è normale attendersi in seguito a una procedura chirurgica invasiva,dopo l’intervento di mastoplastica additiva può manifestarsi dolore variabile per intensità e durata. Molto raramente è stato riportato dolore grave associato ai movimenti del braccio. Se avvertite dolore dopo l’intervento chirurgico,dovete avvisare il vostro chirurgo o il medico per una sollecita indagine. Continua a leggere